Come rendere più stabile e confortevole lo zaino per il superenduro

On dicembre 9, 2013 by ZioSam
Condividi

Lo zaino nell’enduro agonistico rappresenta una piaga che grava sui biker. Gli stessi biker infatti, molto spesso in gara, vengono meno al regolamento ed evitano ti portarsi la zavorra facendosi aiutare da una persona esterna, che li segue passo passo durante lo svolgimento della competizione, nonostante sia vietato.

Io credo che sia impossibile fare a meno di acqua, integratori, camera d’aria, una piccola pompa ed il casco leggero per i trasferimenti e reputo inoltre assolutamente deprimente venire meno al regolamento ufficiale della disciplina. Per questi motivi non ho mai fatto meno dello zaino.

Ne ho provati tantissimi, ma tutti mi hanno sempre dato molto fastidio,  sono instabili ma soprattutto  limitano molto la corretta respirazione sotto sforzo.

Ho iniziato quindi la mia lunga ricerca della perfezione…!!

La mia idea è nata quando ho tentato di montare la Gopro sugli spallacci dello zaino, nonostante un fissaggio molto sicuro ed un’inquadratura perfetta, i video risultavano piuttosto mossi perchè lo spallaccio non riusciva a trattenere i movimenti laterali della telecamera, cosa che non accade con il supporto da petto originale della Gopro che, di contro risulta fastidioso ed ingombrante quando indossato insieme allo zaino.

images

Per la modifica dei miei zainetti mi sono ispirato proprio al Supporto citato, che si fissa in maniera molto ferma e stabile sul petto.

Dopo aver fatto qualche prova, sono riuscito a portare il concetto della Gopro sullo zaino, mi è bastato eliminare il cinghietto superiore, lasciando solo la clip di aggancio fissata direttamente sugli spallacci e fare una cucitura  con lo scopo di sagomare correttamente lo spallaccio alla nuova curvatura che prende sul petto quando indossato(vedi foto sotto). Così facendo si riesce a stringere molto di più lo zaino sul petto e rimane molta più libertà di movimento a spalle e braccia. Lo Zaino diventa anche incredibilmente più stabile e adesso è possibile eliminare la cinghia sulla pancia che limita molto la respirazione sotto sforzo, inoltre è molto semplice da regolare, così che è possibile farlo ogni volta  che viene indossato, adattandolo perfettamente all’abbigliamento utilizzato al momento.

IMG_20131127_130957996  IMG_20131208_235850135

                           Zaino V8 originale                                               Zaino V8 dopo la modifica

 

IMG_20131209_000045941  IMG_20131209_000001608

              Zaino Dakine modificato                                                Zaino Dakine modificato

Sono molto soddisfatto di questa modifica, che però non può essere fatta su tutti gli zaini in commercio, è necessario che la parte inferiore dello spallaccio sia fissata nella parte più bassa dello zaino. Gli Zaini Dakine sono perfetti per la trasformazione poichè hanno lo spallaccio ancorato alla parte più bassa dello zaino, in altri è invece fissato in una posizione più alta. Gli Zaini Dakine hanno inoltre la cinghia in vita smontabile che può essere rimossa senza essere tagliata.

IMG_20131209_003030261    IMG_20131209_003023494

Per rimanere in tema di regolamento del Superenduro, indosso sotto lo zaino e la maglia da gara un comodissimo paraschiena SixS integrato alla maglia intima, con questa configurazione riesco ad avere il massimo in fatto di confort, leggerezza e libertà di movimento,  decisamente superiore ai costosi, pesanti e scomodi  zaini che hanno il  paraschiena integrato.

 pro-smx-s-back   pro-smx-s

 

Gli Zaini Dakine sono perfetti per la trasformazione poichè hanno lo spallaccio ancorato alla parte più bassa dello zaino, altri marchi di zaini lo hanno fissato invece in una posizione più alta. Gli Zaino Dakine hanno inoltre la cinghia in vita smontabile che può essere rimossa senza essere tagliata.

 

Alcuni esempi per cucire lo spallaccio ed adattarlo alla nuova curvatura sul petto.

IMG_20131209_000256048  IMG_20131209_000212212

 

1234628_10201578370474364_1622234878_n12

                                                                                         ZioSam – Samuele Grossini

Condividi