Fox Float RP 23 Protone Components

On febbraio 9, 2013 by ZioSam
Condividi

                                    

Protone è una piccola azienda marchigiana che produce componenti di altissimo livello per la Mountain-bike in particolare per il settore Gravity, ed offre un esclusivo servizio assistenza per tutti i tipi di sospensioni.

Sul Fox RP 23 kashima coat, montato sulla mia bici personale da enduro, dopo qualche mese di utilizzo, si era creato un gioco di circa 3 mm tra il punto di compressione e ritorno, in qualunque punto della corsa dell’ammortizzatore. Questo difetto causava la perdita di aderenza della ruota posteriore in tutte le situazioni. Ho quindi approfittato dell’inconveniente per valutare il servizio assistenza Protone Components.

LA PROVA

Il servizio è gestito in maniera perfetta, Protone organizza anche il corriere per il ritiro dell’ammortizzatore direttamente sul posto, il cliente ha l’onere solamente di imballare la sospensione da revisionare.

Nel Folder per prenotare la revisione ho specificato il mio peso ed il modello di bici su cui è montato l’ammortizzatore, ho poi richiesto espressamente una taratura più rigida dell’ammortizzatore solo con il Pro-Pedal inserito e la sostituzione di entrambe le boccole. Nel caso particolare della mia bici, l’ammortizzatore è già tarato in maniera specifica dalla casa costruttrice, ma nella maggioranza dei casi gli ammortizzatori hanno tarature standard e non specifiche per il cinematismo del carro, Protone quindi, avuti i dati della bici, interviene sull’ammortizzatore tarandolo in maniera specifica per il quel tipo di carro.

Dopo 4 giorni, l’ammortizzatore mi è arrivato a casa completamente revisionato e con le modifiche da me richieste, l’ho montato sulla bici gonfiandolo alla stesa pressione che utilizzavo prima della modifica, quindi ho iniziato un lungo test, per valutarlo con attenzione.

Iniziando a pedalare sull’asfalto necessario a raggiungere il vero campo di prova, avverto subito come la bici sia molto più pedalabile con il pro pedal attivato, adesso posso pedalare in piedi senza perdite di energie. Arrivato finalmente su di una discesa, avverto che  l’ammortizzatore è decisamente migliorato, nelle curve la ruota posteriore ha un’aderenza sensibilmente superiore, la maggiore scorrevolezza dell’ammortizzatore si traduce maggiore tenuta. A metà discesa ho addirittura sentito la necessità di riequilibrare la posizione in sella per caricare maggiormente la ruota anteriore, che tendeva a perdere aderenza più facilmente di quella posteriore, aumentando leggermente la pressione dell’ammortizzatore rispetto a come lo gonfiavo prima della modifica.

Sullo scassato la bici è diventata più scorrevole, mentre sui salti più alti avverto una maggior resistenza al fondo corsa, in merito lo stesso Protone mi aveva informato che, con la modifica della taratura effettuata per indurire l’effetto del pro-pedal, l’ammortizzatore sarebbe risultato leggermente progressivo, caratteristica che mi invoglia ad utilizzate la bici anche sui salti più estremi non propriamente campo di utilizzo di bici da enduro.

Il test è durato una stagione intera, con l’ammortizzatore ho affrontato anche varie tappe del Superenduro senza mai avere problemi, e tuttora funziona perfettamente, il problema che avevo rilevato con l’ammortizzatore standard non si è più presentato. Dopo tanti mesi di utilizzo ho potuto rilevare che le nuove boccole montate, durano decisamente in più di quelle di serie utilizzate da FOX, per fare un raffronto considerate che ero costretto a sostituire la boccola inferiore, ogni due mesi, con le nuove boccole sono 8 mesi che utilizzo la bici e ancora sono hanno preso gioco.

APPUNTI

Durante le prime uscite, Utilizzando l’ammortizzatore con il pro-pedal attivato e pedalando in piedi con vigore, si avvertiva un fastidioso soffio, che non ha comportato nessun malfunzionamento ed scomparso con il normale utilizzo.

CONCLUSIONI

Io ho sempre utilizzato ammortizzatori di serie senza mai pensare a modificarli, ma dopo aver provato l’RP23 modificato da Protone, mi sento di consigliarlo a chiunque, chi non ha velleità agonistiche scoprirà che può andare in bici alla velocità di sempre ma senza rischiare di incappare in scivolate dovute all’improvvisa perdita di aderenza della ruota posteriore, mentre gli agonisti potranno elevare i propri limiti senza prendere ulteriori rischi.

Ognuno di noi è portato a migliorare sempre la propria bici, ma troppo spesso vedo spendere soldi per componenti costosi che non danno nessun beneficio in termini di prestazioni, magari solo per cambiare il colore. Una modifica all’ammortizzatore, ma anche alla forcella anteriore, aumenta decisamente la qualità delle vostre uscite in bici, dandovi dei reali benefici.

ZioSam – Samuele Grossini

boccole in polimero Protone.                                 Fox RP 23 Kashima Coat

          

Condividi