Specialized Stumpjumper FSR Comp Carbon 2014

On gennaio 24, 2014 by ZioSam
Condividi

PREMESSA  

La  STUMPJUMPER FSR è la bici trail di casa Specialized, si colloca tra la più pedalabile Camber e la più massiccia Enduro. Una bici tuttofare da 130 mm di escursione su entrambe le ruote, molto leggera.  Telaio in carbonio Fact 9m con carro in alluminio M5 compatibile 142+, cuscinetti sigillati sui punti di infulcro, movimento centrale PF30. Ammortizzatore Fox Float CTD Evolution con AUTOSAG e regolazione su 3 posizioni: Salita, Trail e Discesa.  Forcella RockShox Revelation RC3 con corsa 130mm, tubo sterzo conico e asse passante 15mm. Tre posizioni in compressione: aperto, medio e duro. Regolazione del ritorno.

 

ANALISI STATICA

Guardandola in posizione statica, la STJ FSR appare molto bella ed elegante, rispetto a modelli passati, è stata fatta moltissima strada, adesso la bici ha un carro molto compatto, e un triangolo con standover molto contenuto. Molto curata nei dettagli, ha delle lavorazioni di alto livello, niente è lasciato al caso, bellissimi gli assi nei giunti del carro completamente realizzati in Ergal e con grafiche a laser. E’ sicuramente una delle più belle 29er in commercio.

 specialized stumpjumper fsr comp carbon 2014

COSTI

La STJ FSR comp Carbon in test, costa di listino 3390 euro, mentre il modello più economico completamente in alluminio 2590 euro.

Disponibile nelle taglie S, M, L ed XL, nel colore Nero con grafiche bianche, quella  provata è nel colore teste bike, più difficile da trovare e comunque  disponibile solo in tg.M.

 

 MONTAGGIO

La bici è montata con componenti molto equilibrati che contengono il peso totale della bici e sicuramente molto affidabili elencati sotto.

 specialized stumpjumper fsr comp carbon 2014

 

IN SELLA

Seduti in sella si percepisce subito una distribuzione dei pesi perfetta tra anteriore e posteriore, la taglia M oggetto del test, viene consigliata  per biker di altezza compresa tra 170 e 180 cm, la quota di stadover è molto contenuta, complice un movimento piuttosto basso ed un disegno del triangolo molto curato. La posizione in pedalata è abbastanza distesa, rapportata al campo di utilizzo, ma la bici rimane comunque molto corta e da la sensazione di essere maneggevole.

 

IN SALITA

In salita la bici sale molto bene, è indispensabile utilizzare la posizione  “Climb” dell’ammo, che rende la sospensione ferma anche sugli scatti in piedi sui pedali. Il peso contenuto ovviamente aiuta molto.

 

IN FRENATA

In frenata  il sistema FSR non ha rivali, è l’unico sistema che rende la sospensione completamente svincolata dall’azione frenante. Questo riduce molto gli spazzi di frenata, ma montando una  ruota posteriore dalla tassellatura aggressiva diventa  difficile girare la bici nelle curve strette usando una pinzata decisa del freno posteriore.

 

IN DISCESA

Veloce,  la sospensione copia qualunque cosa e tiene la ruota posteriore incollata al terreno, è molto scorrevole, non va minimamente in crisi nelle pietraie e sui drop più alti. In curva rimane incollata al terreno ed aiuta ad uscire veloci. In Curva è molto stabile, dona sicurezza a chi la guida ed è decisamente impressionante nelle curve più strette, dove non sembra proprio di avere una 29er, grande maneggevolezza.  Questo è dovuto al fatto che la STJ ha un carro piuttosto corto per essere una 29 er, 450mm, una quota simile a quella di bici 26er con una diversa sospensione posteriore.

 

GUIDA ESASPERATA

La STJ reagisce molto bene quando la si conduce al limite, il telaio in carbonio e le ruotone la rendono molto scorrevole e veloce quando si lascia correre.

 

RIFERIMENTI CRONOMETRICI

Purtroppo non sono riuscito a provare la bici nel tracciato test, poiché aveva delle condizioni troppo differenti da quelle in cui avevo testato le altre bici.

 

 RUMOROSITA’

Cito la premessa della rumorosità  per chi non ha letto gli altri test di Down-hill.it: “Questo è un argomento sempre trascurato dalle riviste che effettuano i test, ma invece è di fondamentale importanza. Esistono bici che vanno molto bene, ma sono rumorose,  questo comporta l’impossibilità di concentrarsi alla guida per portarle al limite. Una bici silenziosa consente a chi la guida di essere più concentrato e quindi andare più forte e in sicurezza”.

La STJ nonostante la doppia corona è una bici  molto silenziosa, la catena è molto stabile e silenziosa anche sulle scalinate, complici sicuramente i batticatena in gomma e il guidacatena prodotto dalla Specialized, che oltre ad essere silenzioso non limita lo scorrimento della catena stessa.

 specialized stumpjumper fsr comp carbon

SALTI

Perfettamente bilanciata sui salti, nonostante la corsa ridotta non va in crisi nemmeno sui drop più alti.

 

SOSPENSIONE POSTERIORE

La sospensione FSR è storica, io negli ultimi anno l’ho anche criticata perché in pedalata  ha un comportamento differente in relazione alla corona anteriore utilizzata, ma nelle bici di ultima generazione in cui si utilizza solamente una corona (massimo due), il  difetto si è automaticamente  annullato. Inoltre l’innovazione continua  dei componenti ha  ulteriormente elevato il potenziale della sospensione FSR,  mi riferisco al cambio, quelli di ultima generazione con frizione, limitano moltissimo il lavoro del carro, su molti sistemi,   soprattutto i così detti virtuali dove, durante l’affondamento l’asse ruota si allontana dal movimento centrale ed il cambio è costretto a rilasciare la catena. Per capire meglio il concetto, basta sgonfiare l’ammortizzatore di una bici e far comprimere la sospensione dal ponto di SAG in poi, noterete che nel sistema FSR la gabbia del cambio rimane ferma, mentre su altri sistemi si muove in direzione del movimento centrale.

 

APPUNTI

I freni non sono al livello degli altri componenti, poco modulabili ma comunque molto potenti.

 IMG_20140102_154217888

 

CONCLUSIONI

La STUMPJUMPER FSR COMP CARBON è una bici molto bella e divertente, provandola viene voglia di usarla in competizioni di enduro anche se non sia proprio il suo campo di utilizzo. Non esagero se dico che è maneggevole come una 26er, i dati della geometria mi danno ragione, la quota del carro è simile a quella di bici con ruote da 26 pollici, questo è possibile  grazie alla sospensione FSR, con altri tipi di sospensioni questo sarebbe  impossibile.

 

ZioSam – Samuele Grossini

 ZioSam Samuele Grossini su specialized

 ZioSam Samuele Grossini su specialized

GEOMETRIA:

Misura S M L XL
Lunghezza piantone c/f 396mm 430mm 468mm 523mm
Lunghezza Tubo Orizzontale virtuale 567mm 596mm 622mm 648mm
Lunghezza Tubo Orizzontale reale 576mm 603mm 632mm 660mm
BB Drop 34mm 34mm 34mm 34mm
Altezza movimento centrale 338mm 338mm 338mm 338mm
Lunghezza Batticatena 450mm 450mm 450mm 450mm
Angolo Sella reale 69° 69.4° 69.8° 70.3°
Angolo Sella effettivo 74.5° 74.5° 74.5° 74.5°
Angolo sterzo 69° 69° 69° 69°
Interasse 1117mm 1147mm 1175mm 1203mm
Altezza standover 750mm 741mm 750mm 764mm
Lunghezza Tubo sterzo 90mm 100mm 125mm 145mm
Stack 605mm 614mm 638mm 656mm
Reach 399mm 427mm 445mm 466mm
Larghezza Manubrio 720mm 720mm 720mm 720mm
Lunghezza attacco manubrio 60mm 75mm 90mm 90mm
Lunghezza Pedivella 170mm 175mm 175mm 175mm
Lunghezza reggisella 380mm 425mm 425mm 425mm

 MONTAGGIO:

TELAIO

FACT 9m carbon front triangle, 29″ geometry, FACT IS construction, M5 alloy rear triangle, tapered headtube, carbon PF30 BB, ISCG ’05, internal Command Post IR routing, 142mm dropouts, sealed cartridge bearing pivots, replaceable derailleur hanger, 130mm travel

SWAT

Bottle cage w/ SWAT Technology compatible (not included)

AMMORTIZZATORE POSTERIORE

Custom FOX Float CTD Evolution w/ AUTOSAG, Climb, Trail, Descend settings and reb adj., 195x48mm

FORCELLA

Custom RockShox Revelation 29 RC3, damper, tapered alloy steerer, 3-position compression and reb adj., 15mm thru-axle, 130mm travel

SERIE STERZO

1-1/8 and 1-1/2″ threadless, Campy style upper with 1-1/2″ lower, cartridge bearings

ATTACCO MANUBRIO

Specialized Trail, 6061 alloy, 4-bolt, 6-degree rise, 31.8mm clamp

MANUBRIO

Specialized XC Mini-Riser, 6000 butted alloy, 720mm wide, 10mm rise, 8-degree backsweep, 6-degree upsweep, 31.8mm

MANOPOLE

Specialized Sip Grip, light lock-on, half-waffle aramid-infused, S/M: regular, Others: XL thickness

FRENO ANTERIORE

Formula C1, alloy caliper, metallic pad, S/M: 180mm, L/XL: 200mm rotor

FRENO POSTERIORE

Formula C1, alloy caliper, metallic pad, S/M: 160mm, L/XL: 180mm rotor

LEVE FRENO

Formula C1, hydraulic disc, tooled reach adj.

DERAGLIATORE ANTERIORE

SRAM X7, 10-speed, S3 direct mount for DMD, bottom pull

CAMBIO POSTERIORE

Shimano XT Shadow Plus, 10-speed, SGS long cage

COMANDI

Shimano SLX, 10-speed, trigger

CASSETTA

SRAM PG-1030, 10-speed, 11-36

CATENA

SRAM PC 1031, 10-speed, PowerLink

GUARNITURA

Custom SRAM S-1250, 10-speed Trail double, PF30 spindle, S: 170mm, Others: 175mm

INGRANAGGI

36/22, w/ alloy guard

MOVIMENTO CENTRALE

SRAM PF30, OS press-in bearings, sealed cartridge

PEDALI

CERCHI

Roval 29, alloy disc, 21mm internal width, 32h

MOZZO ANTERIORE

Specialized Hi Lo disc, sealed cartridge bearings, 15mm thru-axle, 32h

MOZZO POSTERIORE

Specialized Hi Lo disc, 4x-sealed cartridge bearings, 12mm thru-axle, 142mm spacing, 32h

RAGGI

DT Industry Stainless, 3X front/rear 2.0mm

PNEUMATICO ANTERIORE

Specialized Purgatory Control, 2Bliss Ready, 29×2.3″, foldable aramid bead, dual-compound, 60TPI

PNEUMATICO POSTERIORE

Specialized Ground Control, 2Bliss Ready, 29×2.3″, foldable aramid bead, 60 TPI

CAMERE

SELLA

Body Geometry Henge Comp, hollow Cr-Mo rails, 143mm

REGGISELLA

Specialized 2014 butted alloy, single bolt setback, 30.9mm, S/M: 350mm, Others: 400mm

 

 

Condividi